// home

In evidenza

Gli Stati Uniti come meta

1.       Introduzione La percezione dell’America del Nord quale terra della libertà fu così radicata anche nell’Italia preunitaria da precorrere perfino la nascita degli stessi Stati Uniti come nazione sovrana. Le prime manifestazioni di interesse nella penisola per le vicende dell’altra sponda dell’Atlantico, sorte in occasione della fine della guerra dei Sette Anni nel 1763, […]

In evidenza

Un Risorgimento lungo un secolo. Esilio ed emigrazione degli italiani in Belgio e Lussemburgo, tra storia e memoria, percezioni e miti

Nella riflessione sui rapporti tra esilio ed emigrazione in epoca risorgimentale è necessario, per quanto riguarda Belgio e Lussemburgo, tenere conto in via preliminare del fatto che tali aree geografiche non coincidono all’epoca con i confini nazionali cui oggi si fa riferimento, quantomeno non nella fase iniziale dell’esodo politico italiano[1]. Il Belgio raggiungerà infatti l’indipendenza […]

In evidenza

Manin esule e i liberali francesi: una strategia politica

Alla base del monumento a Daniele Manin di Torino, celata nel cemento, una cassa di piombo racchiude una pergamena recante la biografia di Daniele Manin voluta dai comitati francese e italiano e sulla quale si può leggere, a proposito dell’esilio: [...] Viaggiando gli morì di colera a Marsiglia la moglie Teresa Perissinotti. […] […]

In evidenza

Exilés et immigrés italiens à Paris, des Trois Glorieuses au coup d’état bonapartiste

Depuis la révolution parisienne de juillet 1830 jusqu’au coup d’État de Louis-Napoléon Bonaparte en 1851, la France a accueilli nombre d’Italiens sur son sol: proscrits, exilés volontaires, ou encore émigrés venus trouver du travail dans le pays. Si l’exil politique et l’émigration économique italienne ont traditionnellement été distingués par l’historiographie qui s’est penchée sur la […]

In evidenza

Esuli risorgimentali: esploratori della libertà o naufraghi della rivoluzione?

1.       Gioventù bruciata Una vicenda tragica accompagna lo svolgimento del grande affresco tratteggiato nel libro e nel film di Mario Martone Noi credevamo: è quella della ideazione e della messa in atto del fallito attentato a Napoleone III da parte di Felice Orsini. La scelta di sviluppare la narrazione attorno a questa sfortunata figura […]

In evidenza

Intervista a Gillet Pécout

Gilles Pécout (Marsiglia 1961) dirige il Dipartimento di Storia dell’École Normale Supérieure ed è uno dei maggiori ottocentisti europei (http://fr.wikipedia.org/wiki/Gilles_P%C3%A9cout). È molto conosciuto anche in Italia per i suoi lavori sul Risorgimento, tanto più che questi sono stati ricordati da Giorgio Napolitano in occasione di alcuni discorsi ufficiali per le Celebrazioni del Centocinquantenario (http://www.quirinale.it/elementi/Continua.aspx?tipo=Foto&Key=13585). Il […]

Aggiornamenti

A.S.E.I. Archivio Storico dell’Emigrazione Italiana

Iscrizione nel Registro della Stampa del Tribunale di Viterbo col n. 13/07 dal 4 settembre 2007

ISSN 1973-347X

Archivi